Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2008

Insieme a quasi un kilo di parmigiano, 2 etti abbondanti di gorgonzola dolce e un po’ di prosciutto crudo per Enrica, Alessandro mi ha portato l`ultimo numero di Limes. Caracciolo l’ avevo sentito in diretta su raitalia prima e se Repubblica TV poi (sempre in podcast!) e mi ero trovato d’accordo sull’analisi degli scenari internazionali del dopo crisi.

In realtà da anni si sa che l’economia americana è in crisi, e la guerra in Afganistan prima e in Irak poi, più che risollevarne le sorti ne mostrava la decadenza: la qualità di un prodotto non può essere migliore del processo che l’ha generato… con la guerra lo si è visto e lo si vede!

Qui in Brasile, il ministro dell’economia recitava alla televisione il solito slogan: “non siamo a rischio di crisi, l’economia del Brasile è forte, non cedete alla paura perchè quella sì fa crolalre l’economia”, ed altre frasi consolatorie e calmifiche. (altro…)

Read Full Post »

” En la actualidad más de 4200 personas se encuentran secuestradas en Colombia” si legge sul sito di Las Voces del Secuestro. 

Ma cosè la voce del sequestro? La voce del sequestro è una trasmissione radio che va in onda su Radio Caracol, in Colombia. È nata nella mente del conduttore, Herbin Hoyos Medina, e trasmette messaggi e comunicati ai sequestrati dai loro familiari, tra cui anche quelli di Ingrid Betancourt, che libera ringrazia:

Medina ripete spesso che (altro…)

Read Full Post »

Leggo sul sito di Repubblica “Solidarietá, appelli, iniziative dopo l’annuncio shock di Saviano”. Saviano se ne vuole andare dall’Italia, non regge più una vita da recluso, scortato, amato, odiato, minacciato… una vita speciale, da personaggio pubblico, che non vuole più.

Su Saviano, “aleggia” l’ombra della camorra, delle minacce di morte… (altro…)

Read Full Post »

Mentre osservo il piatto e costante paesaggio della campagna argentina, su un bus che va da Buenos Aires a Mar del Plata per partecipare alla settimana della gioventù argentina, mi infilo le cuffie del mio Ipod e come di consueto navigo cercando tra i podcast della Feltrinelli.

Spero sempre in un nuovo contributo di Pino Cacucci che con la sua Stampa Rassegnata commenta ciò che accade nel nostro “disgraziato paese” e non solo, con un’attenzione particolare all’America Latina. Cacucci mi regala mezzore di intelligenza e sarcasmo che mi confermano che la scelta di vivere alla periferia dell’Impero, e comunque lontano dall’Italia, ha ben ragione d’essere.

Link alla scheda di Cacucci da www.feltrinellieditore.it

Vai alla scheda di Cacucci su http://www.feltrinellieditore.it

Dopo l’immersione nel Cacucci pensiero, del quale consiglio l’ ascolto a tutti!, mi imbatto in una conferenza di Alessandro Baricco, che parla del suo libro I barbari, saggio sulla mutazione. Baricco parla da Mantova. Esattamente dal Festivaletteratura di Mantova 2008. Ed io lo ascolto su un bus che percorre le campagne argentine… (altro…)

Read Full Post »

Ieri, dopo giorni e giorni di pioggia, finalmente è uscito il sole! Ne approfittiamo per andare in spiaggia. A Rio c’è una spiaggetta vicino al Pão de açúcar, all’interno del forte di São João, in Urca. Lá nel 1565 è stata fondata la città di Rio de Janeiro e, visto che sono arrivati prima i militari dei preti, lo splendido luogo è diventato una caserma e non una chiesa.

Il forte è all’entrata della Bahia de Guanabara, la baia di Rio de Janeiro. Anticamente una enorme catena che andava dal forte al lato opposto della Bahia (attualmente Niteroi) bloccava l’accesso delle navi a Rio de Janeiro.

Il posto è incantevole, cliccare per credere! (altro…)

Read Full Post »

Quando ho conosciuto Rosy Bindi a Buenos Aires ho avuto il “piacere” di assistere all’intervista che alcuni giornalisti argentini, insieme ai rappresentanti della comunità italiana, le facevano in ambasciata. Le virgolette si devono, aimè, al livello delle domande, non a Rosy Bindi!

La Bindi, dopo aver spiegato che non è possibile che la sanità pubblica italiana copra i costi medici degli argentini di origine italiana, disse “la sanità è veramente pubblica quando i ricchi si rivolgono a questa e non alla privata.” Brava Rosy!

Dall’osservatorio privilegiato (altro…)

Read Full Post »

3 Ore di volo: Rio Buenos-Aires, Brasile-Argentina. I due colossi dell’America Latina non si distinguono solo per il tango e la samba, il vino e la caipirinha, Maradona e Pelè. Si viaggia nel tempo! 

Niente da dire, Buenos Aires è splendida, il cibo eccellente, la cultura viva, l’economia… un disastro. Sarà che la percentuale di argentini di orgine italiana è maggiore che in Brasile? Comunque, ogni volta che torno in Argentina rivivo il passato in Italia e, aimè, ne prefiguro il futuro. E la storia corre più in fretta della mia mente. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »