Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘America Latina’ Category

Ho sognato

Ho sognato che con 10.000 Lire riempivo mezzo serbatoio della macchina,

che Presidente del consiglio era un romano con le orecchie a sventola,

che Carlo Rubbia non aveva ancora vinto il Nobel, e che a Quark di Angela ce n’era solo uno

Ho sognato che la Torino-Savona era a corsie alterne,

e che l’autoradio era uno scatolo grosso e ingombrante che non sapevi dove mettere

Il sogno era pieno di partiti, colori, rumori, urla, litigi, certezze, ideali e dubbi

Ho sognato l’emozione di vedere il primo “nero” sul tram, che sembrava di essere in America!

Il primo walk man nelle orecchie, che sembrava di essere in un video musicale

e i pattini a rotelle con due ruote davanti e due dietro

Ho sognato il catrame nelle spiagge liguri, e i tedeschi che erano i crucchi

Ho sognato la mia nonna che ricordava, ed un amico che voleva dimenticare

Ho sognato i libri letti sul treno, con i finestrini aperti che entra il vento

La bicicletta graziella, che andava senza marce

Il motorino con la miscela e senza casco

Ho sognato che c’era la guerra fredda e la paura del nucleare

e i referendum sembravano una cosa seria

Ho sognato i primi TG3, la nascita di repubblica e la fine di stampasera

Ho sognato che tutto è possibile, ed anche…

(altro…)

Read Full Post »

Il 30 aprile scorso, sono passato dall’aereoporto a Città del Messico, in piena “emergenza” da febbre porcina. Effettivamente concordo con gli amici argentini, che forse l’allarmismo è stato un po’ eccessivo, anche se penso… meglio troppo che niente!

Anch’io però ho fatto la mia parte: pensando che forse sarebbe stata la mia ultima volta… ne ho approfittato per fare una bella scorpacciata… di foto e cibo! Ecco il risultato!

Dopo colazione, ovviamente, si trattava di lavarsi i denti… cosa che con la mascherina non è esattamente la cosa più facile… avete ragione, non più complicato che mangiare! E infatti ce l’ho fatta!

Dopodiché in giro, a passeggio, curiosando, conoscendo, chiaccherando… insomma, avete presente il film con Tom Hanks The Terminal? Mi sentivo un po’ così…

Come mi sento adesso, finito il periodo di incubazione? Devo dire benissimo!!! Ma… ora vado che mi è venuto un gran mal di testa, e mi sento un febbrone… e poi questi dolori articolari… Mamma!!!!!!!!!

p.s. Per le immagini vi rimando al sito: http://picasaweb.google.it/aldo.magoga/AeroportoCittaDelMessicoGiovedi30Aprile2009

Read Full Post »

Mentre su RAI International ci spiegano che in primavera occorre vestirsi più leggeri, rispolverando lo spolverino, su TV5MONDE stanno trasmettendo l’incontro dei membri della NATO a Strasburgo.

Se non lo avessi visto questa volta non ci avrei creduto:

Ebbene sì, sempre lui, il Cavaliere Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, è sceso dall’auto e, invece di dirigersi sulla passerella come da protocollo per stringere la mano alla Merkel, …continua imperterrito a parlare al cellulare, facendo un cenno di compicità alla Merkel, come fosse in un bar. Alla presidente di un paese che conta davvero: la Germania.
I minuti passano ma il mio sconcerto no. (altro…)

Read Full Post »

Martedì scorso, sono stato a Villa Grimaldi. Villa Grimaldi, o meglio la ex Villa Grimaldi, attulamente Parco per la Pace, è stato campo di prigionia di molti, troppi, reclusi politici durante la dittatura militare in Cile.

Ospite illustre di Villa Grimaldi è stata la attuale presidente del Cile, Michelle Bachelet. E la sua mamma. La Bachelet, come la chiamano qui, quando per ragioni protocollari accompagna qualche delegazione alla visita di quello che è stato uno dei peggiori campi di prigionia e tortura della dittatura, passa sempre una quindicina di minuti passeggiando in uno splendido giardino della villa: il parco delle rose. Tra gli arbusti colmi di splendide rose alle quali, biunivocamente, è associato il nome di una donna che nella Villa ha perso la vita, rosa dopo rosa, donna dopo donna. La Presidente donna cammina, pensa, ricorda… si commuove. Prima di risalire sull’auto presidenziale, prima o dopo una conferenza stampa in cui un “compagno” giornalista cerca di metterla in difficoltá, chiedendole perchè non riesce o non vuole smuovere questo rigido, freddo e ancor troppo pieno di ex nazisti Paese, che ha regalato i natali al grande Pablo Neruda ed è conosciuto piú per i suoi spettacolari frutti di mare che per le sue ferite. Aperte. Come le vene di Galeano.

Entrare nella Villa richiederebbe una preventiva pulizia etico morale interna. Le abluzioni prima di entrare in un luogo sacro. La terra che calpesto è intrisa di sangue. Le pareti perimetrali, gli alberi, i sentieri, le celle. Tutto gronda sangue, dolore, grida, paura. I disegni volutamente semplici spiegano senza parole. Un corpo qui. Una pozza di sangue là. Corpi chini in una cella troppo piccola per stare sdraiati, troppo bassa per stare in piedi. (altro…)

Read Full Post »

Notizia 1: Una paziente morta per operazione realizzata nell’emisfero del cervello sbagliato… la corporazione dei medici unita nella difesa del chirurgo. Ovviamente stiamo parlato della tanto desiderata (da qualcuno, noi sappiamo chi…) “sanità privata”. Da noi queste cose succedono con quella pubblica direte voi. È vero, aimè, ma il post non è contro la sanità privata (non questo almeno), è contro le corporazioni!

Notizia 2: Un ragazzetto di 14 anni è stato arrestato per furto in una abitazione nel famoso quartiere di Santa Teresa, Rio de Janeiro. Santa Teresa è conosciuta per i suoi artisti e bar. Amata dagli stranieri, odiata dai taxisti (per le sue strade non proprio comode per gli ammortizzatori dei taxi), circondata da favelas. Il giovane è stato rimandato per 45 giorni in un centro di recupero per minori. Qual è la notizia? E perché la danno al tg? In un paese i cui indici di violenza sono comparabili a quelli delle zone di guerra? Perché è un ragazzino? Perché il suo delitto è stato particolarmente efferato? No, la notizie è che l’hanno beccato! Per la ottava volta…

Notizia 3: Questa è davvero dura, tenetevi forte: l’arcivescovo di Recife scomunica la madre per aver autorizzato e i medici per aver realizzato un aborto a una bambina di 9 anni, incinta del suo stupratore. (altro…)

Read Full Post »

Immaginate 8 ore di sfilate continue con migliaia di comparse, decine di carri, decine di migliaia di persone, il tutto in una notte. E’ accaduto ed è successo qui, al Sambodromo di Rio de Janeiro… E sì, io c’ero… e non ero da solo!

(altro…)

Read Full Post »

Propagandiamo…

Un’amica di Recife, Ana Maria, che ho conosciuto in Guatemala, sta promuovendo Ligiana, giovane promessa della canzone brasiliana… Canzone popolare melodrammatica, per la precisione. Potete ascoltare (e vedere) qui:

 

http://www.myspace.com/ligiana

Read Full Post »

Older Posts »