Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Brasile’

Insieme a quasi un kilo di parmigiano, 2 etti abbondanti di gorgonzola dolce e un po’ di prosciutto crudo per Enrica, Alessandro mi ha portato l`ultimo numero di Limes. Caracciolo l’ avevo sentito in diretta su raitalia prima e se Repubblica TV poi (sempre in podcast!) e mi ero trovato d’accordo sull’analisi degli scenari internazionali del dopo crisi.

In realtà da anni si sa che l’economia americana è in crisi, e la guerra in Afganistan prima e in Irak poi, più che risollevarne le sorti ne mostrava la decadenza: la qualità di un prodotto non può essere migliore del processo che l’ha generato… con la guerra lo si è visto e lo si vede!

Qui in Brasile, il ministro dell’economia recitava alla televisione il solito slogan: “non siamo a rischio di crisi, l’economia del Brasile è forte, non cedete alla paura perchè quella sì fa crolalre l’economia”, ed altre frasi consolatorie e calmifiche. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Ieri, dopo giorni e giorni di pioggia, finalmente è uscito il sole! Ne approfittiamo per andare in spiaggia. A Rio c’è una spiaggetta vicino al Pão de açúcar, all’interno del forte di São João, in Urca. Lá nel 1565 è stata fondata la città di Rio de Janeiro e, visto che sono arrivati prima i militari dei preti, lo splendido luogo è diventato una caserma e non una chiesa.

Il forte è all’entrata della Bahia de Guanabara, la baia di Rio de Janeiro. Anticamente una enorme catena che andava dal forte al lato opposto della Bahia (attualmente Niteroi) bloccava l’accesso delle navi a Rio de Janeiro.

Il posto è incantevole, cliccare per credere! (altro…)

Read Full Post »

Quando ho conosciuto Rosy Bindi a Buenos Aires ho avuto il “piacere” di assistere all’intervista che alcuni giornalisti argentini, insieme ai rappresentanti della comunità italiana, le facevano in ambasciata. Le virgolette si devono, aimè, al livello delle domande, non a Rosy Bindi!

La Bindi, dopo aver spiegato che non è possibile che la sanità pubblica italiana copra i costi medici degli argentini di origine italiana, disse “la sanità è veramente pubblica quando i ricchi si rivolgono a questa e non alla privata.” Brava Rosy!

Dall’osservatorio privilegiato (altro…)

Read Full Post »

3 Ore di volo: Rio Buenos-Aires, Brasile-Argentina. I due colossi dell’America Latina non si distinguono solo per il tango e la samba, il vino e la caipirinha, Maradona e Pelè. Si viaggia nel tempo! 

Niente da dire, Buenos Aires è splendida, il cibo eccellente, la cultura viva, l’economia… un disastro. Sarà che la percentuale di argentini di orgine italiana è maggiore che in Brasile? Comunque, ogni volta che torno in Argentina rivivo il passato in Italia e, aimè, ne prefiguro il futuro. E la storia corre più in fretta della mia mente. (altro…)

Read Full Post »

A una trentina di Km da Botafogo, in direzione ovest, bordando le spiagge di Copacabana, Ipanema, Leblon, seguendo la Av. Nimeyer fino a Sao Conrado, lasciando a destra la Rosinha e a sinistra i grattacieli sulla spiaggia con vista eterna sul mare, e superati due tunnels che sembra di essere in Liguria, si arriva alla Barra da Tijuca. 

La Barra, così la chiamano semplicemente i cariocas, è un bairro residenziale di Rio, comodo per viverci e con 18 Km, diciotto!, di spiaggia, lungomare, e un’infinità di kioskos, dove una perfetta caipirinha può accompagnare un bel piatto di sardine fritte, cucinate all’istante in un olio da antiquario, ma ottime, forse anche per l’olio.

Oltre a centinaia di condomini da 30 piani, con piscine sul tetto o sotto, (altro…)

Read Full Post »